Smalto semipermanente: come sceglierlo

da , il

    Smalto semipermanente

    Smalto semipermanente: vediamo insieme come sceglierlo. Alzi la mano chi non vorrebbe sfoggiare una manicure perfetta per oltre due settimane! Avere le mani curate è una delle priorità più comuni tra le donne. Talvolta, però, gli smalti tendono a venir via con facilità con il risultato di essere costrette a ritoccarli con frequenza. Da qualche anno, ormai, gli smalti permanenti risolvono l’incombenza di dedicarsi alla manicure più di una volta alla settimana. La loro formulazione, è di quelle che si asciugano attraverso le lampade UV. Il top coat gelatinoso che viene applicato al termine della manicure, conferisce il classico effetto brillante e a lunga durata. Rispondiamo ad alcuni quesiti come quanto dura lo smalto semipermanente, fa male o si stacca.

    Lo smalto

    Lo smalto semipermanente è un prodotto innovativo a cui molte donne ricorrono per avere una manicure perfetta. Non sempre abbiamo a disposizione del tempo da dedicare alla cura delle unghie. Applicare questa tipologia di prodotto, permette di ottenere un risultato capace di farci restare tranquille per alcune settimane. Generalmente, dura per una ventina di giorni sulle unghie della mani e trenta su quelle dei piedi. Può essere applicato dall’estetista oppure lo si può stendere a casa, basta procurarsi gli attrezzi indispensabili per realizzare la manicure: un fornetto con lampada UV, un gel base ed uno fissante. Come si toglie lo smalto semipermanente? Basta un prodotto specifico per rimuoverlo. Uno dei grandi vantaggi, una caratteristica che distingue questi prodotti da quelli in gel, ad esempio, consiste nel carattere meno aggressivo della formulazione: ciò dovrebbe tranquillizzare se il vostro dubbio è che lo smalto semipermanente fa male.

    I prodotti

    In commercio esistono infinite soluzioni e colorazioni. Tuttavia, se volete avere la certezza di una lunga durata, il consiglio è di segliere i prodotti dei brand più autorevoli. In alcuni casi, infatti, sebbene si tratti sempre di laccatura fatta per resistere a lungo, la durata non coincide esattamente con quella sperata. Lo smalto semipermanente rovina le unghie se non vengono adoperati i prodotti giusti. Se preferite colorazioni originali, sempre in linea con le ultime tendenze in tema di smalto, potete orientarvi verso i Gelcolor di Opi. Per chi desidera una resa perfetta, c’è Essence e L’Oreal con gli Infallible gel. Per un effetto manicure realizzata dall’estetista, scegliete gli smalti di Sephora, realizzati in collaborazione con Deborah Lippman. Se lo smalto semipermanente si stacca, la prossima volta ricordate di passare un primer per favorire l’adesione del gel. Aumenta la coesione tra unghie e prodotto, prolungando la sua tenuta. Quanto costa lo smalto semipermanente? Una seduta dall’estetista può andare dai 15 ai 30 euro, per il fai da te, dovete mettere in conto il prezzo del fornetto e dei vari prodotti: sarà sicuramente più alto.