Scrub, gommage e peeling: differenze e consigli

Conosci la differenza tra peeling, scrub e gommage? Te lo sveliamo noi tra consigli e segreti per esfoliare la pelle nel modo più efficace trovando la miglior soluzione per le tue esigenze.

da , il

    Quante volte avete pensato di esfoliare la vostra pelle con un trattamento beauty senza sapere la differenza tra scrub, gommage e peeling? L’estate si avvicina ed è il momento ideale per iniziare a preparare il viso e il corpo all’esposizione al sole per rendere la pelle il più possibile liscia, uniforme e luminosa. Ma con quale prodotto, con quale trattamento? Scopriamo insieme le differenze tra lo scrub, il peeling e il gommage così che possiate scegliere la miglior soluzione per le vostre esigenze.

    Scrub

    Lo scrub è un trattamento beauty ideale per esfoliare la pelle in maniera efficace ma non troppo invasiva. Potrete realizzare scrub naturali preparando ricette fai da te con semplici ingredienti oppure sceglierlo tra le numerosissime proposte di note case cosmetiche. Lo scrub è particolarmente indicato per levigare le ruvidità e rimuovere le cellule morte di gomiti, ginocchia, schiena e talloni. Se non soffrite di allergie e se non avete una pelle particolarmente sensibile potrete utilizzare lo scrub anche sul viso ripetendo il trattamento una o due volte alla settimana.

    Gommage

    Il gommage, a differenza dello scrub, esfolia la pelle più delicatamente perché è spesso composto da creme idratanti o oli vegetali particolarmente nutritivi. Un trattamento pensato quindi per le pelli o parti del corpo più sensibili. Il gommage utilizza lo stesso principio esfoliante dello scrub ricorrendo infatti ai micro granuli presenti nel prodotto.

    Peeling

    Il peeling invece si discosta molto da scrub e gommage perché sfrutta proprietà di alcune sostanze, come per esempio l‘acido gligolico, per accelerare il naturale ricambio cutaneo. Ne esistono comunque di più leggeri e di più profondi in base alle esigenze e ai risultati che si intendono ottenere. Il nostro consiglio? Se non vi affidate a degli esperti sempre meglio optare per soluzione fai da te per peeling delicati con una leggera concentrazione di sostanze ed elementi chimici.

    Differenze e analogie

    Possiamo quindi definire che scrub e gommage siano piuttosto simili perché sfruttano la medesima formula esfoliante tramite i micro granuli contenuti nel prodotto e che la differenza sostanziale si nasconda principalmente nell’intensità del trattamento. Il peeling invece non sfrutta l’azione abrasiva ma su quella chimica tramite rinnovamento cellulare.

    Consigli sull’esfoliazione

    Sia per il peeling, sia per il gommage, sia per lo scrub vige la regola della non esposizione al sole subito dopo l’esfoliazione per evitare eritemi, irritazioni e scottature. Applicate con regolarità sempre la crema idratante che penetrerà più in profondità grazie alla rimozione delle cellule morte nello strato superficiale della pelle. Un segreto? Sapete che dopo l’esfoliazione la crema anticellulite agisce meglio? È solo uno dei cinque motivi per cui è opportuno dedicare ogni tanto un po’ di tempo all’esfoliazione della pelle.

    Dolcetto o scherzetto?