Pelle più giovane in 5 giorni con Prodigy Powercell

da , il

    Prodigy Powercell Helena Rubinstein

    Ogni tanto i cosmetici vengono presentati come veri e propri prodigi: come piccole (e costose) bacchette magiche, giurano di essere in grado di risolvere i nostri problemi. E non solo: promettono anche di farlo in tempi brevissimi. Così, dopo gli anticellulite che agiscono in 10 minuti, ecco una crema antirughe che dona una pelle più giovane in soli 5 giorni. Il marchio, Helena Rubinstein, promette bene. Non resta che capire come possa una cremina dare gli effetti di un lifting ad un prezzo nettamente inferiore e agendo solo in superfice.

    Si chiama Prodigy Powercell, un vero e proprio innestatore di giovinezza che basa la sua efficacia sulla straordinaria forza vitale delle cellule madri vegetali. Grazie ad un esclusivo processo biotecnologico, i Laboratori Helena Rubinstein utilizzano linee cellulari stabili e indefinite di cellula madri contenute nella pianta di Criste Océanique.

    Come afferma il Direttore del Gruppo di Ricerca della Facoltà di Scienze Farmaceutiche di Tours (Francia) “Lo straordinario vantaggio delle cellule madri vegetali consiste nel produrre composti eccezionali, impossibili da trovare nella pianta allo stato naturale“.

    Queste strutture molecolari ultra-concentrate sono più ricche di zuccheri, aminoacidi, acidi grassi, lipidi, composti fenolici e derivati cinnamici rispetto a quelle prodotte dalla pianta nel suo ambiente naturale. Questa gamma di molecole eccezionali è ricchissima di fattori antiossidanti e stimolanti, neessari alle pelli mature o pelli provate dalle lampade solari.

    La Criste Océanique è una pianta forte e in grado di sopravvivere a tutto, e le sue cellule madri vegetali sono in grado di agire sulla rigenerazione cellulare, sulla riparazione dei tessuti e nella lotta ai radicali liberi.

    I test in vitro hanno dimostrato che grazie alle cellule madri vegetali, il processo di rigenerazione dell’epidermide si riduce ad una settimana, è più intenso e differenziato. Risultato: una pelle più giovane dato che l’epidermide riacquista una funzionalità perfetta e le sue qualità strutturali una settimana prima di quanto previsto in condizioni normali. Dopo 5 giorni la pelle è rinnovata: levigata, luminosa, rinforzata. Giorno dopo giorno le rughe diminuiscono, e dopo 35 giorni l’epidermide ricostruita assomiglia molto a quella di una pelle giovane.

    Ricordate comunque che prima di tutto, per combattere l’invecchiamento c’è la prevenzione e le rughe si possono evitare con i cibi giusti. Se ormai “il danno è fatto” provate questo siero portentoso e fateci sapere come vi siete trovate!

    Dolcetto o scherzetto?