Rossetto: uscire dai canoni usuali

da , il

    Chi ha deciso che il “ross-etto” debba necessariamente essere di tonalità che si avvicinano al colore naturale delle labbra? Nessuno ci vieta di allontanarci dai rossetti rossi, rosa, arancio, lilla, per usare o magari osare delle nuance poco usuali. Di questa idea è stato anche Iceberg, che ha fatto sfilare le sue modelle con un sobrio rossetto verde. E per sobrio non intendevo essere ironica, perché quella tonalità pastello di verde non aveva nulla di eccessivo o di estremamente appariscente, ovvio che un rossetto di tal colore attira un po’ l’attenzione, però perché fermarsi agli schemi abituali?

    Per quanto riguarda i possibili “azzardi” che si possono fare, proviamo a dare qualche consiglio in base alla carnagione e ai capelli. Per dare tono ad un trucco monocromatico, se avete la pelle olivastra, ad esempio con un occhio total black si può “spezzare” con un rossetto giallo, mentre con l‘abbronzatura è un effetto stupendo quello creato dalle labbra color oro, magari valorizzate da un gloss molto luminoso.

    Non bisogna avere rossetti di questi colori, basta creare una base di fondotinta sulle labbra, contornarle con la matita del colore che volete, colorarle con l’ombretto e passare alla fine un gloss trasparente o di un colore che si accosta bene.Un altro esempio per rompere gli schemi con le labbra, è l’uso abbondante dei glitter, ma non quelli classici che si trovano già nei lucidalabbra o nei rossetti, piuttosto i grossi brillantini che si usano per il corpo o per il make up.

    Possiamo partire da un gloss trasparente e mescolarci all’interno una grossa quantità di brillantini e stenderlo sopra al rossetto che preferite. Per le più dark, non sono assolutamente vietati i colori scuri tendenti al nero, come i viola melanzana, che possiamo arricchire dando un tocco di colore al centro delle labbra. Liberatevi dagli schemi e date sfogo alla fantasia!

    Medicina estetica