Rachel Weisz censurata nello spot L’Oreal: inganna le donne

da , il

    Rachel Weisz è a dir poco bellissima, quasi irriconoscibile nello spot L’Oreal Revitalift! Ebbene si mie care ragazze, quella che potete vedere nell’immagine qui sopra, è proprio lei, l’attrice inglese Rachel Weisz, testimonial di un prodotto finito al centro della bufera in Inghilterra, proprio a causa di un’immagine che appare evidentemente ed innegabilmente ritoccata grazie al vero alleato delle star, l’irrinunciabile Photoshop! “La pelle appare più liscia, il colorito più definito. Non è un lifting, è Revitalift”, dice lo spot L’Oreal, finito al centro della bufera, perché ritenuto assolutamente ingannevole.

    I fatti sono accaduti in Inghilterra, dove l’’Advertising Standards Authority‘ del Regno Unito ha protestato contro l’evidente uso (e abuso) del Photoshop nell’immagine incriminata, dove la pelle della star appare a dir poco perfetta.

    “L’immagine della Weisz – secondo Jo Swinson, il deputato del partito Liberal Democratico che aveva inizialmente lanciato l’allarme – è stata alterata in post-produzione, dove il colorito è stato grandemente mutato per farlo apparire più liscio, in questo modo, esagerando in maniera ingannevole le performance del prodotto”.

    Del resto, questa non è la prima volta che, per vendere dei prodotti di bellezza, vengono evidentemente ed esageratamente ritoccate le immagini di star del mondo dello spettacolo, che appaiono a dir poco perfette: clamoroso il caso di Twiggy, di Julia Roberts e di Christy Turlington.

    Dal canto suo, il deputato Swinson si è detto soddisfatto per la censura dello spot incriminato in Inghilterra: “Per fortuna – ha infatti commentato – l’ente regolatore della pubblicità ha nuovamente riconosciuto la natura fraudolenta di un eccessivo ritocco”.

    Medicina estetica