Quanto costa lo sbiancamento dei denti

da , il

    sbiancamento-dentale

    Una delle ultime tendenze in materia di chirurgia o comunque “modifica” o “riparazione” del corpo, riguarda i denti. E’ sempre proveniente dallo show-business quest’orientamento ad avere denti perfettamente bianchi, anche in modo un po’ innaturale, che però è una cosa che tutti vorremmo avere. Lo sbancamento dentale è una pratica attuata già da un po’ di anni e le persone che si sottopongono a questo genere di sedute sono in netto aumento.

    Bisogna chiarire alcuni punti però: si tende a pensare che sia lo smalto a determinare il colore dei denti, ma non è cosi, perché si tratta di un semplice strato quasi trasparente che si trova al di sopra della dentina e non fa altro che trasparire il colore di quest’ultima, che, in origine, è di un bianco splendete, e che con l’andar degli anni attrae a se i pigmenti di cibi e bevande, o anche di fumo e tutto ciò che ne danneggia il colore, fino a portare alla perdita di brillantezza e ad un colore molto lontano da quello iniziale.

    Le tecniche ora praticate sono varie e si distinguono in quelle professionali e in quelle fai da te. Tra quelle che possiamo comodamente fare a casa c’è l’uso delle strisce, che sono utili per chi ha solo delle lievi discromie, hanno un costo di circa 50€ e il trattamento dura dai 6 ai 12 mesi. Per un risultato quasi ottimale, ma pur sempre a domicilio il prezzo si aggira sui 500€ e consiste in una mascherina da applicare per 2 ore al giorno ogni 12 giorni per 2-3 anni, anche se è un po’ esoso lo spreco di tempo.

    Molto più “immediate” ed efficaci sono le pratiche effettuate direttamente dal dentista, dai 500 ai 600 € in 60 minuti per 2-3 anni di efficacia. Chi invece vuole tutto e subito e ha anche una buona disponibilità economica c’è il trattamento in soli 20 minuti intorno ai 700€ con la stessa durata del trattamento prima citato.