Proteggere il viso da macchie cutanee

da , il

    La pelle macchiata, soprattutto in viso, si vede. In estate poi che è più facile evitare il fondotinta e la terra, purtroppo certe macchie risaltano di più. Si manifestano già in giovane età e tendono a scurirsi o a intensificarsi dopo i 40 anni.

    Le macchie compaiono per numerosi motivi: il primo fattore sono gli anni (è molto facile che con l’età aumentino), poi c’è la pigmentazione della pelle che può dipendere da debolezza dei reni e da squilibri ormonali, che condiziona anche la melanina. Quando i reni, infatti, non smaltiscono regolarmente le scorie, le tossine restano in circolo e si depositano nei tessuti sporcando poco per volta gli strati epidermici (macchie).

    Quali sono le tecniche per contrastarle?

    Se avete già delle macchie, bisogna fare attenzione al sole. Usate sempre una crema che vi protegga dai raggi. Con l’abbronzatura si scuriscono e si vedono di più. Poi massaggiate la pelle con una manciata di zucchero grezzo di canna emulsionato con poca acqua e un cucchiaino di miele. Questo esfoliante è ricco di acido glicolico, che spazza via le cellule morte e dona un’abbronzatura uniforme.

    Se avete superato i 50 anni e le macchie sono comparse anche in altre zone del corpo, è consigliabile un trattamento di un mese con l’ olio estratto dai semi della Borago officinalis. Bisogna assumerlo in capsule e aiuta a conservare l’elasticità della pelle.

    Medicina estetica