Piercing all’ombelico, pro e contro

da , il

    Consigli per il piercing all'ombelico

    Piercing all’ombelico, vediamo i pro e i contro. Si tratta dell’accessorio tra i più amati dalle donne: è seducente, senza essere volgare; è trasgressivo ma non eccessivo; è facile da nascondere quando è richiesta una certa presenza al lavoro. Sono sempre più numerose le ragazze che si avvicinano al mondo dei piercing e decorano con orecchini di varie forme e colori, diverse parti del loro corpo. Chi ama applicarli sul corpo, però, deve tenere presenti alcune cose: i piercing sul corpo possono risentire di mutamenti fisici dovuti a perdite di peso o aumenti drastici, mentre quelli sul viso, pur essendo di gran moda, possono essere piuttosto impegnativi. Vediamo nel dettaglio quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei piercing sopra o sotto l’ombelico.

    I rischi del piercing all’ombelico

    Rischi del piercing all'ombelico

    Il piercing all’ombelico è pericoloso? E’ importante chiarire alcuni punti al riguardo: è uno dei meno dolorosi e problematici a patto che ci si rivolga ad uno professionista che lavora seguendo tutte le norme igieniche: è importante che abbia lo studio pulito e disinfettato, del materiale sterile usa e getta e orecchini in acciaio chirurgico. Evitate di cimentarvi con il fai da te, in questo caso non si scherza; ne va dell’estetica della vostra pancia ma soprattutto della vostra salute. Infine, ricordate che il rischio infezioni è sempre in agguato per cui è necessario disinfettare e informarsi su come curare il piercing all’ombelico in modo che si cicatrizzi senza problemi. Inoltre, è sempre indispensabile utilizzare un orecchino in materiale anallergico.

    Come curare il piercing all’ombelico

    Piercing per ombelico

    Come vi abbiamo accennato, è davvero molto importante curare il piercing all’ombelico dopo averlo fatto. Non si tratta di un semplice orecchino, ma di una piccola ferita che per guarire al meglio senza problemi o infezioni deve essere curata e detersa con attenzione e costanza. I professionisti del settore dopo aver fatto il piercing forniscono ai clienti una lista con tutto ciò che è necessario fare, ma in linea generale è importante disinfettare la zona più volte al giorno e pulirla con saponi antibatterici specifici che si trovano in farmacia. Trascorso il periodo di rimarginazione della ferita ci si può sbizzarrire cambiando spesso la “banana”, il nostro consiglio è di diffidare dei prodotti a basso costo perchè potrebbero essere fatti con materiali che non rispettano le normative, è sempre meglio acquistarli in studi professionali e sceglierli in acciaio chirurgico. In ogni caso è sempre bene disinfettarlo prima di indossarlo. Se avete preso peso in misura considerevole, è il caso di capire come togliere il piercing all’ombelico per evitare che possa farvi male. Lo rimetterete quando tornerete in forma.

    I vantaggi del piercing all’ombelico

    Piercing dell'ombelico

    Uno dei vantaggi sta nel rendere molto seducente il nostro corpo e nel rappresentare uno dei più interessanti piercing in posti nascosti (lo si può coprire facilmente con la maglia). A questo punto, vi chiederete, come avere una pancia piatta per farlo risaltare? Quando lo si realizza sull’ombelico, crea un focus sul ventre: è importante, quindi, curare questa parte del corpo in modo che sia bella tonica e piatta. Nel periodo di cicatrizzazione del piercing all’ombelico, tra i più discreti e femminili da realizzare, è meglio non stressare la zona facendo allenamenti troppo intensi, ma appena l’ombelico è guarito è fondamentale non poltrire troppo. Per avere la pancia piatta le dritte sono sempre le stesse: è bene seguire un regime alimentare sano ed è necessario fare un po’ di attività fisica. L’ideale per avere una pancia piatta e un fisico tonico è fare un’ora di corsa un paio di volte a settimana da alternare con una serie di esercizi mirati per rassodare e rinforzare l’addome.