Piedi in vista per l’estate, come curarli

da , il

    piedi-cura

    Dopo un lungo inverno di scarpette chiuse, stivali e tronchetti, i piedi possono iniziare a respirare e spuntare fuori prima con qualche open toe e poi finalmente con i sandali. Naturalmente però sarà opportuno, prima di effettuare questo “cambio della guardia” far rinvigorire i nostri cari piedini e prepararli ad uscire allo scoperto. Come abbiamo ribadito innumerevoli volte, uno degli elemento fondamentali per curare la nostra pelle, da tutte le parti è sicuramente lo scrub, per il viso come per il corpo, anche per i piedi è necessaria l’esfoliazione, soprattutto dopo un lungo inverno, per mandar via tutte le cellule morte e farli risplendere di una nuova luce.

    Per far questo possiamo usare un classico scrub per il corpo o procedere con uno fai da te. Se non abbiamo particolari problemi di duroni o calli, procediamo con un ottimo pediluvio fai da te, riempiendo una bacinella d’acqua e arricchendola di amido di riso, estremamente emolliente e usato per i prodotti per neonati, dopodiché, se soffrite di sudorazione eccessiva potete aggiungere del bicarbonato e oli essenziali per profumare.

    Immergiamo i piedi nell’acqua per 10 minuti e con una pietra pomice esfoliamo leggermente nelle parti dove è necessario. Dopo aver curato le unghie, molto delicatamente, facendo attenzione a non tagliarle troppo per il rischio che si incarnino, massaggiamo i piedi con una crema idratante. Infine possiamo scegliere di mettere uno smalto colorato o lasciare le unghie naturali con un semplice strato trasparente.

    Dolcetto o scherzetto?