Nascono i collant-tattoo

da , il

    In molte ci si ritrova a pensare di volersi fare un tatuaggio, ma che, o per paura di farlo, o per paura di non volerlo più dopo un po’ ci si rinuncia. Le soluzioni per ovviare a questo “quasi” problema, ci sono già da un bel po’, come la tecnica dei tattoo all’hennè, oppure i trasferibili, proposti di recente anche da Chanel, che, dopo un po’, svaniscono, e quindi tolto lo sfizio, non abbiamo il problema del “se non lo voglio più?”. Oltre a questa opzione, oggi ne nasce una nuova. Da un’idea di una coppia di designer di Tel Aviv, nasce il collant-tattoo.

    Si tratta di veri e proprie calze, che invece di avere ricami o particolari stampe, hanno veri e propri tatuaggi, che potremmo sfoggiare quando vogliamo. L’unico elemento a discapito è che, naturalmente, parliamo di collant, e che, di conseguenza, posso riguardare solo le gambe, e non altre parti del corpo, ma noi ovviamente apprezziamo lo stesso l’idea, perché è sempre un ottimo modo per cambiare, o semplicemente per indossare un paio di calze diverse da quelle usuali.

    Medicina estetica