Nanoe Hair Dryer di Panasonic, molto più di un’asciugacapelli

da , il

    panasonic

    Proprio quando credevi che nessun phon avrebbe mai potuto coccolare i tuoi capelli rendendoli davvero meno elettrizzati e ribelli, ecco che arriva Panasonic. Ringrazio Panasonic per avermi permesso di provare, e quindi scoprire, il loro ultimogenito , il nuovo Nanoe Hair Dryer un asciugacapelli che sembra conoscerci da sempre. Il suo punto di forza sta nella tecnologia tutta nuova, chiamata Nanoe, basata sul recupero del calore. La tecnologia appare un po’ complessa da spiegare: in pratica si tratta di un recupero d’acqua nell’aria, l’acqua rilasciata poi dal phon, ha la funzione di idratare il capello ciocca per ciocca mantenendolo così forte e sano ma soprattutto resistente al pettine e ai vani tentativi di sciogliere i nodi.

    Per saperne di più sulla tecnologia Nanoe clicca qui.

    Il risultato è un capello assolutamente perfetto, non più elettrizzato dal troppo calore e reso inconsistente o crespo da un utilizzo sbagliato dello stesso, ma un capello sano al tatto. A tutto questo Panasonic aggiunge un packaging assolutamente molto femminile , nero e fucsia, ma non solo il phon è anche molto leggero e maneggevole ( l’ideale per chi, come me, deve passarci almeno un’oretta al giorno!), ed è completo di diffusore, beccuccio tradizionale e quick dry ad asciugatura veloce. E’ possibile inoltre scegliere fra tre diverse temperature, Healthly, Warm e Hot con tanto di tasto per il colpo a freddo. La sensazione che si ha asciugandosi i capelli con il nuovo Nanoe Hair Dryer è quella di una coccola, i capelli infatti non svolazzano qui e li come posseduti da chissà quale incontrollabile forza, rimangono fermi e buoni a farsi asciugare in pochissimo tempo e il risultato è davvero impeccabile.

    Ma Panasonic non è solo phon, la nuova piastra anch’essa Nanoe è basata sulla stessa tecnologia e come l’asciugacapelli si prende cura della nostra folta chioma rendendola al tempo stesso più domabile. Piccola e leggera la nuova piastra raggiunge la temperatura ideale in poco tempo (più o meno 60 secondi). Io ho da sempre i capelli così lisci da rendere superfluo l’utilizzo di una piastra, eppure provare la nuova “Nanoe” si è rivelata un’esperienza da ripetere. Alla fine del trattamento i capelli erano più setosi, meno elettrizzati e sicuramente più ordinati di quanto avessi mai immaginato.

    Se il momento dello shampoo è per voi un incubo, provate a svegliarvi, provate Nanoe!