Make up, le regole per acquistare i trucchi

da , il

    truccarsi acquisto prodotto

    È inutile pensare al make up di Carnevale se poi non si hanno le idee chiare sul trucco a uso quotidiano. Molte persone, non solo, utilizzano fard e matita in modo errato, ma spesso acquistano anche cosmetici totalmente inopportuni: magari del colore sbagliato o, peggio, di bassa qualità. Per risparmiare si può danneggiare la salute. Secondo uno studio condotto su 7.800 donne, si è scoperto che quotidianamente si utilizzano circa 13 prodotti, ognuno dei quali composto da 25 ingredienti. Fate il conto? Stressiamo la nostra pelle con 300 sostanze molte delle quali additivi e conservati, ovviamente di origine chimica. Allora, come risolvere questo problema?

    Prima di comprare i vostri prodotti dovete capire che tipo di pelle avete. Lo abbiamo già detto in diverse occasioni. Fate attenzione se avete notato particolari rush cutanei, se vi danno fastidio alcune profumazioni, se avete la pelle molto secca e tende alla desquamazione a seguito dell’applicazione di un prodotto cosmetico. In questi casi è meglio fare dei test allergologici per verificare la compatibilità.

    Dovete leggere le etichette. Questo perché potrete capire intanto che tipo di prodotto si tratta: magari ve lo vendono come bio e poi è chimico al 100%, inoltre, è utile per capire se contiene sostanze cui siete allergici.

    Comprate solo prodotti dermatologicamente testati, e possibilmente su campioni vasti. Mi raccomando poi non comprate prodotti privi di marca o di provenienze non verificabili. Questo non vuol dire che dobbiate spendere moltissimi soldi. Solo fare attenzione alla qualità. Infine, una cosa: non credete alle pubblicità. I cosmetici non risolvono tutto. Bisogna saperli applicare correttamente per vedere qualche risultato.

    Medicina estetica