Make up: anche l’uomo di Neanderthal si “truccava”

da , il

    Uomo

    Tutte noi vogliamo essere più belle e il segreto per molte donne è proprio il trucco. Fa sorridere dunque il risultato di un recente studio che sottolinea come, la prima rudimentale forma di make up fosse proprio quella di un nostro illustre antenato, l’uomo di Neanderthal: un narciso in piena regola, che amava il body painting e i monili di ogni tipo. I risultati erano decisamente molto diversi da quelli di oggi, ma è interessante sottolineare come la bellezza, anche in tempi antichissimi fosse così importante. Purtroppo loro non avevano certo a disposizione tutti gli attrezzi che ci aiutano ad essere più belle ma in qualche modo “si arrangiavano” con quello che “madre natura” regalava loro…

    Un gruppo di archeologi guidati da João Zilhão dell’Università di Bristol, studio riportato anche dalla rivista Pnas (Proceedings of the National Academy of Sciences), hanno scoperto come anche i nostri antenati non rinunciavano alla bellezza e ad adornare il loro corpo.

    «Se l’uomo di Neanderthal impiegava ornamenti per il corpo, significa che aveva capacità cognitive avanzate. L’abbellimento personale è un comportamento che indica la nascita di un pensiero simbolico e rappresenta un segno di autoidentificazione», sottolinea Diego E. Angelucci, professore di archeologia dell’Università di Trento e coautore della ricerca.

    L’uomo di Neanderthal sarebbe stato anche parecchio trendy, se così si può dire: amava il giallo, rosso e viola che otteneva da minerali in varie tonalità cromatiche.

    Utilizzavano anche molto nero, con «effetto metallizzato brillante» che estraevano da minerali come ematite e pirite.

    «Sapevano mischiare e impastare i colori e probabilmente si dipingevano il corpo come gli aborigeni australiani». Che chic!