Mac: il backstage alla Rosemount Australian Fashion Week

da , il

    Mac era presente anche alla Rosemount Australian Fashion Week, l’evento più importante della moda australiana. Come potete vedere i make up realizzati per le varie sfilate sono stati molto originali ed eccessivi. Senza esagerare, molti di questi possono essere presi come esempio o spunto per un trucco estivo. Soprattutto quelli tribali ed etnici che maggiormente hanno attirato l’attenzione della stampa e degli addetti ai lavori. La settimana della moda Australiana si è svolta dal 30 aprile al 4 maggio a Sidney, nel favoloso contesto del porto della Circular Quay. Tantissimi gli stilisti, dai più affermati a quelli emergenti, e tantissimi anche i compratori e gli spettatori provenienti da Stati Uniti, Canada e Giappone, Cina, Singapore e Svezia.

    La settimana della moda Australiana ha visto anche la protesta delle modelle più in carne, escluse dalle passerelle che hanno manifestato indossando magliette con lo slogan “I love my curves” e “We love real woman”.

    “Le persone vogliono veder sfilare donne vere in passerella. Dal momento che la maggior parte delle donne veste le taglie 14 – 16, l’industria del fashion non sta rappresentando una grande fetta di mercato” ha sottolineato Darianne Donnely, direttrice dell’agenzia BGM.

    Le modelle presenti infatti erano tutte magrissime (come sempre, nonostante gli appelli di stilisti e case di moda). Il trucco realizzato da MAC aveva ovviamente l’obiettivo di sottolineare la loro bellezza ma soprattutto, per i marchi emergenti, di stupire e scioccare il pubblico.

    Ecco quindi grandi disegni tribali apparire su visi e braccia, oltre che sulle gambe e pezzi di chiusure metalliche essere utilizzati al posto delle sopracciglia. Mi hanno colpito molto anche le piume, sempre utilizzate per coprire le sopracciglia.

    Che ne dite di questi looks? Troppo esagerati?

    Fotografie tratte da MAC.

    Medicina estetica