Lipofilling, décolleté tonico senza protesi

da , il

    seno tonico senza chirurgia

    Ridare tonicità al seno, e magari anche un taglia in più, senza usare il bisturi. È il sogno di tante donne che hanno coppe piccole o si sono ritrovate un decolleté poco femminile dopo l’allattamento. Non è un miraggio, la tecnica si chiama lipofilling ed è già esistente. Questo intervento permette di ridare volume al seno senza inserire delle protesi, che poi devono essere periodicamente ritoccate e spesso regalano un aspetto abbastanza innaturale (quelle di nuova generazione sono splendide). Tutto questo è possibile attraverso un’iniezione di grasso e di cellule staminali (lipofiller) oppure attraverso una particolare puntura di gel riempitivo a base di acido ialuronico (si usa anche per le labbra). Ma vediamo meglio da dove arriva il grasso e quali risultati regala questo trattamento.

    Prima cosa la grande evoluzione sta proprio nel grasso: è quello che viene prelevato attraverso le liposuzioni, che un tempo veniva buttato. Prima di tutto è un prodotto naturale e altamente compatibile, e poi è una fonte enorme di cellule staminali somatiche. Questo prodotto arricchito migliora il risultato dell’intervento al seno.

    L’intervento si svolge, in genere, in due fasi: prima si preleva una piccola quantità di grasso e viene elaborata in laboratorio, per raccogliere le staminali. Poi c’è un secondo prelievo e a questo grasso vengono aggiunte le staminali precedenti e impiantato nel seno.

    Non ci sono tagli netti, ma piccole incisioni attraverso cui si infilano delle cannule per impiantare il grasso. Quindi non restano cicatrici o segni evidenti. E anche la guarigione è decisamente più rapida.