Lampade, ecco i consigli dei dermatologi

da , il

    L’allarme abbronzatura per le ragazze giovani (e non solo)è già scattato da un paio di settimane, con i primi caldi. E se per le donne adulte più che qualche raccomandazione non si può fare, per le ragazze giovani, con meno di 18 anni, ci sono dei divieti imposti per “legge” e qualche regola da seguire. Il primo è quello sulle lampade: non possono assolutamente andare in un centro estetico e sottoporsi alla tintarella artificiale se sono minorenni e non hanno il consenso dei genitori. E poi c’è una dose che dovrebbe essere di quattro lettini annui in totale. Insomma basta rovinarsi la pelle in modo scellerato. A sostenere questa politica sono le linee guida italiane della Società Italiana di Dermatologia medica.

    I dati sui giovani che abusano o semplicemente usano già da piccoli (tra i 14 e i 18 anni) le lampade sono importanti, perché si tratta di circa un milione e mezzo di ragazzi, di cui 300mila ricorrono ai lettini tre-quattro volte l’anno, altri 500mila fanno la lampada due-tre volte ogni tre mesi, mentre 700mila sono abitudinari.

    Una vera esagerazione. La mia domanda però è un’altra. Servirà? Per questi giovani che vanno al centro estetico lo faranno già con il consenso dei genitori. Arrivano a casa con abbronzatura caraibica, qualcuno se ne accorgerà?

    Le lampade sono pericolose anche per gli adulti, soprattutto quelli con carnagione e capelli chiari, nei diffusi nel corpo o che hanno avuto in passato delle scottature o una storia di tumori alle spalle. Se restate in città a non riuscite a prendere il sole, fatevi una bella immersione di autoabbronzante: fa meno male.

    Foto tratte da

    cordelia.it/

    saluteinerba.com

    myexl.it

    medicinalive.com/

    timestars.org

    Medicina estetica