L’Oreal multata dall’Antitrust. Codacons: “Non esistono creme miracolose”

da , il

    L’Oreal è stata multata dall’Antitrust con un’ammenda di 270mila euro per le pubblicità dei prodotti antirughe e contro la cellulite. Il Codacons ha accolto con soddisfazione le sanzioni decise nei confronti della casa cosmetica. Sarebbero tre i prodotti incriminati per l’acquisto dei quali il Codacons richiede anche un risarcimento alle donne che li hanno scelti. Le creme miracolose non esistono ed è importante che anche tutti gli acquirenti di alcuni prodotti lo capiscano e che le case cosmetiche non puntino su pubblicità “ingannevoli” e che promettono miracoli irrealizzabili.

    “Al di là del caso specifico, i messaggi pubblicitari che caratterizzano il settore della bellezza sono sempre più estremi e promettono effetti impossibili per questo il principio ribadito dall’Antitrust è importante, anche se il valore delle sanzioni appare irrisorio rispetto ai benefici economici per le aziende derivanti da tali pubblicità”, ha sottolineato il Presidente Codacons, Carlo Rienzi.

    Molte donne sanno bene che gli effetti miracolosi promessi da alcune pubblicità non sono del tutto veritieri ma questo non impedisce loro di provare questi prodotti. Altre invece si fidano della marca e del nome per poi avere cocenti delusioni.

    “Le donne che, credendo ai messaggi pubblicitari, hanno speso soldi per l’acquisto delle creme oggetto di multa, possono chiedere di essere risarcite, in relazione agli effetti promessi e non ottenuti. Addirittura sarebbe possibile avviare una class action da parte di sole donne contro i produttori di creme, unguenti e cosmetici vari, quando le promesse contenute nei messaggi pubblicitari e nelle etichette dei prodotti non vengono mantenute. Class action finalizzata ad ottenere non solo il rimborso di quanto pagato, ma anche il risarcimento per il “danno da illusione”, conclude Carlo Rienzi.