Foot surgery, la plastica dei piedi

da , il

    La chirurgia estetica non risparmia neanche un centimetro del corpo: tutto si può cambiare e in teoria migliorare. Su questa tendenza le donne hanno ormai perso il lume, tanto che il 50% delle minorenni aspetta il 18esimo compleanno per rifarsi qualcosa. A Hollywood l’ultima moda è la foot surgery.

    È la plastica dei piedi. Si sa indossare sandali e sfoggiare dei brutti piedi non è molto elegante. Vedete nella foto quelli di Kate Holmes, lei è stupendo ma questo dettaglio è sgradevole. Gli interventi più gettonati dal pubblico femminile sono la correzione della lunghezza degli alluci o d’inestetismi particolari come l’alluce valgo, causato da un’anomalia genetica e non dalle scarpe strette come si pensa erroneamente.

    L’intervento può essere eseguito in anestesia anche periferica e la degenza è di 3-4 giorni, l’immobilità praticamente nulla e il decorso post operatorio è di circa un mese, con una buona autonomia e autosufficienza.

    Il risultato è ottimo. A fine intervento, il paziente ha piedi esteticamente perfetti che, cosa più importante, funzionalmente appoggiano in modo stabile, morbido e indolore su tutto l’avampiede.

    Deve essere eseguito da medici esperti e in ospedale. Mi raccomando. I dottori italiani sono molto cauti su questo intervento che è davvero delicato. L’alluce valgo capisco sia un problema, per gli altri inestetismi fate una bella pedicure e semmai mettete scarpe chiuse. Insomma, non si può essere perfette e ve lo dice una con dei brutti piedi.

    Foto tratte da

    Sole24ore.com Splinder.com funweek.it

    Medicina estetica