Digiuno per una dieta d’urto: i consigli degli esperti

da , il

    digiuno

    Spesso ci si scherza su: il digiuno è l’unico vero modo di dimagrire! Ovviamente non è vero, bastano una normale dieta e un pò di attività fisica. Ma anche il digiuno, se eseguito scientificamente e sotto controllo medico, può avere effetti positivi. L’importante è non cedere al fai da te. Se ogni tanto vi capita di saltare il pranzo o la cena perché non avete proprio fame (magari per colpa del caldo afoso di questa estate) non c’è problema. L’importante è che non diventi un’abitudine. Ecco qualche consiglio per affrontare il digiuno nel modo corretto.

    Partiamo da un concetto base: se smettete di nutrire il vostro corpo, questo comincerà, piano piano, a nutrirsi di se stesso. Il che inizialmente non è un problema perché l’organismo comincia a consumare per prime le riserve più inutili per le funzioni vitali. L’autolisi comincia quindi dai grassi per poi passare alle proteine. Ovviamente se il digiuno dovesse prolungarsi si passerebbe allo smantellamento dei muscoli e subito dopo il nostro corpo comincerebbe a nutrirsi dei suoi stessi organi. Per questo è fondamentale sapere quando fermarsi!

     In fase di digiuno, il nostro metabolismo rallenta e l’autolisi ci garantirà una purificazione dell’organismo eliminando tutto ciò che è inutile ed estraneo al nostro corpo: batteri, cisti, tossine, cellule adipose e la maledetta cellulite. Ecco quindi che, da subito, si comincia a dimagrire.

     Perché digiunare sotto controllo terapeutico se i benefici sono tali e tanti? Semplice. Già dopo 12 ore di digiuno, per esempio, l’organismo si sarà “mangiato” tutte le nostre riserve di zuccero. Ma dato che il nostro cervello ha bisogno di un minimo di 100 gr di glucosio al giorno, per mantenerlo in vita il nostro corpo comincerà da subito a nutrirsi di proteine per trasformarle in glucosio da portare al cervello. Dopo il terzo giorno il corpo comincia ad adattarsi limitandosi a consumare solo ed esclusivamente i grassi per mantanersi, ma questa fase non durerà a lungo e, come detto sopra, prima o poi il vostro organismo comincerà a pretendere di più.

     Per questo il digiuno, anche se consigliato per il dimagrimento (anche perché tende ad eliminare i grassi là dove più si accumulano per esempio sulla pancia punto critico di molte donne), dev’essere fatto sotto il controllo di un medico che ci dirà per quanto tempo e con quali modalità potremo digiunare senza che questa pratica ci danneggi e che la nostra salute venga messa in pericolo solo per superare la prova costume.