Cura del corpo: riconoscere i veri prodotti bio

da , il

    cosmetici-biologici

    E’ ormai diventata una moda in cui si lanciano sia le case cosmetiche che i personaggi noti dello spettacolo, parliamo della bio-cosmesi, creme, bagnoschiuma e cosmetici vari naturali e non testati sugli animali, che rispettano la natura e non danneggiano l’ecosistema. Ma spesso capita che alcuni, o molti, di questi siano fasulli e che non siano realmente fatti con prodotti naturali e che vengono inventati prodotti sconosciuti e spacciati per ecologici. Per riconoscere i veri prodotti naturali bastano pochi accorgimenti che nell’acquisto possiamo facilmente notare. Innanzitutto bisogna diffidare dalle colorazioni troppo forti, azzurro, giallo o verde, perché in natura non esistono sostanze che creano questi colori.

    Inoltre bisogna imparare a leggere le etichette e a sapere distinguere le sostanze davvero naturali e quello spacciate come tali, ad esempio, non esistono gli oli essenziali della frutta, tranne per gli agrumi, e quindi se vengono citati si tratta di profumazioni sintetiche molto lontane da tutto ciò che è biologico e naturale.

    Inoltre i detergenti ecologici nella stragrande maggioranza dei casi non fanno schiuma, ma detergono di più rispetto a quelli schiumosi e più a fondo, e nomi come sodium laureth sulfate e sodium lauryl sulfate all’interno dei prodotti non sono altro che elementi chimici che servono a creare schiuma e sciogliere lo sporco, e che un tempo si dicevano cancerogeni.

    Nel make up, e in particolare nei fondotinta da notare la presenza del imidazolidinyl Urea, un conservante che a lungo andare diventa altamente inquinante, danneggia la cute e non è biodegradabile.