Come tagliare la frangia: i consigli

da , il

    Tagliare la frangia

    Per tagliare la frangia da sole ci vuole una grande esperienza, un po’ di fortuna ma anche pazienza e attenzione. Ammettiamolo: tutte prima o poi cediamo alla tentazione del fai da te, chi con risultati disastrosi e conseguente chiamata d’emergenza al parrucchiere chi invece con risultati abbastanza buoni. Prima di tutto un consiglio: se avete i capelli pari e lunghi e per la prima volta volete provare a tagliare la frangia evitate assolutamente il fai da te. Se invece già portate la frangia e avete un taglio impostato dal parrucchiere, potete anche provare a dare una regolata da sole.

    Ammetto di averlo fatto varie volte: dopo aver constatato di non essere particolarmente abile con forbici e affini ho deciso che per me era meglio rivolgersi al parrucchiere, onde evitare danni irreparabili.

    Se però volete provare, il primo consiglio è quello di usare delle forbici adatte: comprate quelle per parrucchieri che sono molto più precise e affidabili.

    Mai tagliare la frangia quando è bagnata: per avere la lunghezza giusta va prima asciugata. I parrucchieri lo fanno perché riescono a calcolare il risultato finale mentre per noi è sempre meglio partire d una base sicura: con l’asciugatura infatti i capelli prendono volume accorciandosi di qualche millimetro.

    Non date un taglio netto: se sbagliate non avrete modo di tornare indietro ma cercate, ciocca dopo ciocca di seguire una linea immaginaria, chiaramente il più dritta possibile. Specchiatevi bene, anche di lato, e cercate di dividere i capelli come li portate abitualmente.

    Il consiglio più prezioso è anche il più semplice: ricordate sempre che una volta che tagliate non potete più tornare indietro. Meglio procedere dunque per step e non accorciarla tutta in un momento solo. Cominciate con qualche millimetro, se risulta troppo lunga sarete sempre in tempo ad accorciarla di nuovo.