Come fare una perfetta coda di cavallo [FOTO]

da , il

    La coda di cavallo non passa mai di moda. Ma per fare una coda di cavallo perfetta bisogna seguire alcuni accorgimenti. La ponytail dona un aspetto elegante e sofisticato, pur essendo pratica e comoda, dato che con poche mosse permette di essere pettinate in ordine. Ma se non volete assumere un aspetto sciatto, dovete fare attenzione allo stato della vostra chioma, che deve essere pulita e curata. Insomma non dovete ricorrere alla coda per mascherare i capelli sporchi. Così raggiungerete il risultato opposto a quello visto sulle passerelle della moda, dove la coda è sempre di tendenza. Realizzare una coda di cavallo può sembrare molto semplice, ma per ottenere un effetto ordinato e glamour è necessario lavorare nel modo giusto i capelli. Vediamo insieme come fare.

    Per realizzare una coda di cavallo rigorosa e ordinata è importante che i capelli curati, cioè setosi e lucidi. Per avere una chioma di questo tipo è necessario realizzare una piega perfetta, il che implica l’uso della piastra sulle lunghezze. Fatto ciò è fondamentale applicare sulle punte, per dare un aspetto glossy ai capelli, un siero idratante e anti crespo, alcune gocce di olio di semi di lino o di argan sono perfette in questo caso. Per un risultato professionale, applicate una crema per il brushing.

    Ottenuta una piega perfetta è necessario pettinare i capelli, potete tirarli tutti all’indietro o fare una riga centrale molto precisa, la scelta sta a voi. Per completare la ponytail fermate i capelli con un elastico, anche qui avete una doppia opzione, potete scegliere di realizzare una coda alta e slanciata o optare per l’estremo opposto e realizzare una ponytail bassissima. Per ottenere l’effetto posh visto sulle passerelle ricordatevi di avvolgere una ciocca di capelli attorno alla coda in modo da nascondere il fermaglio.

    Tutte le tipologie

    come fare una perfetta coda di cavallo capelli mossi

    Le tipologie principali di coda di cavallo sono tre: alta, bassa e laterale. Per ogni tipo esistono almeno due diverse versioni: tirata e morbida. Per realizzare la coda di cavallo di tipo tirato, dovete partire dalla messa in piega con piastra e crema lisciante.

    La coda di cavallo alta dona eleganza e finezza non solo al viso ma all’intera silhouette. Per realizzare questa pettinatura in versione tirata, liscia i capelli con una crema per il brushing e legali bloccandoli all’indietro. L’ultima tendenza consiglia di aggiungere un po’ di volume cotonando le ciocche sulla testa, per poi unire il tutto in una coda alta. Se hai i capelli mossi, puoi fare una coda spettinata.

    La coda di cavallo bassa conferisce un aspetto raffinato, ma nello stesso tempo casual. Due i modi principali per pettinarla: la coda di cavallo tirata con riga laterale o in mezzo e la coda di cavallo morbida e romantica, da cui lasciare uscire uscire qualche ciocca per un effetto un po’ spettinato. Nel primo caso è meglio stirare i capelli, mentre nel secondo si possono lasciare mossi e liberi.

    Le code di cavallo alta e bassa si possono acconciare a tubo. Dopo avere lisciato i capelli con la crema per il brushing e la piastra, fermateli con un haircuff e poi attorcigliate una ciocca intorno. Avrete l’effetto tubo.

    La coda di cavallo di lato è indicata per un look ricercato. Innanzitutto bisogna tracciare una riga laterale e unire i capelli sullo stesso lato. Anche per questa acconciatura ci sono due versioni: tirata e morbida. Nella versione tirata, è necessario legare i capelli in una coda di cavallo ultra-liscia, magari dopo avere passato la piastra. Nella versione morbida si possono mentenere i capelli al naturale o accentuare i capelli mossi con leggere onde.