Come applicare il blush nel modo giusto: 10 trucchi per non sbagliare

Per avere un bel colorito radioso e sano in primavera è importante usare il blush. Scopri 10 trucchi per applicarlo alla perfezione, senza commettere errori.

da , il

    Ecco come applicare il blush nel modo giusto: ti suggeriamo 10 trucchi per non sbagliare e tanti accorgimenti preziosi per esaltare al meglio il tuo incarnato servendoti del blush più adatto a te. Dall’effetto bonne mine a quello pomette, scopri tutto quello che c’è da sapere per apparire sempre al top grazie al blush.

    1- Scegliere il colore giusto

    Il primo accorgimento da tenere presente per evitare di ottenere un effetto finale troppo artefatto è quello di scegliere il colore di blush che più fa per te. Assicurati di scegliere il blush perfetto, che si avvicini al tuo colore di pelle e che riesca ad esaltarlo: per le carnagioni più scure suggeriamo il tono prugna e il fucsia, mentre per enfatizzare il colorito olivastro l’ideale è un blush biscotto dal sottotono dorato. Ben altro discorso per le pelli chiare: via libera con la gamma dei rosa per un delicato effetto bonne mine.

    2- L’universalità del color pesca

    Il color pesca è quello che in linea di massima si addice ad ogni tipologia di carnagione. Ti suggeriamo di prediligere questa particolare nuance di rosa specialmente se sei alle prime armi e non hai troppa dimestichezza con il concetto di sottotono, lo stesso da tenere presente anche nella scelta del colore del fondotinta.

    3- La scelta della texture

    Sono disponibili differenti texture di blush: dal classico in polvere a quello cremoso, sino agli ultimi a base di acqua, dalla consistenza liquida. Prediligi i prodotti in polvere, preferibilmente non shimmer, se hai la pelle grassa, mentre opta per quelli cremosi o liquidi in caso di pelle normale o secca. Tendenzialmente, mentre i blush in polvere conferiscono un look “classico”, quelli in crema o fluidi riescono ad illuminare maggiormente l’incarnato con un finish glowy e fresco, l’ideale per completare un make up nude come quello che si realizza facilmente avvalendosi dei fondotinta leggeri che spopolano per questa primavera.

    4- Una dritta per l’applicazione del blush in crema

    Per far sì che il blush in crema non vada a rimuovere o “spostare” la base creata con il fondotinta accertati che il prodotto sia della giusta temperatura: se non è abbastanza caldo mettilo sul dorso della mano e riscaldalo con le dita, in modo che possa fondersi alla perfezione con il resto del trucco.

    5- Dove si applica il blush?

    Innanzitutto è bene sottolineare che il prodotto debba essere prelevato con il pennello in piccole quantità: esagerare con il blush rientra infatti tra gli errori beauty più antiestetici, oltre che tra i più odiati dagli uomini! A questo punto andiamo ad individuare la zona in cui il blush va applicato: si parte dal pomello per poi estendersi verso le tempie, sfumando con attenzione il prodotto, per un effetto naturale e gradevole.

    6- Un segreto per l’applicazione

    Individua il pomello sorridendo: non avrai problemi a riconoscerlo, in quanto è l’area del viso che più sporge verso l’esterno. A questo punto spargi il prodotto e sfumalo, assecondando sempre i tratti naturali del tuo viso.

    7- Blush dall’effetto naturale? Il trucco c’è

    Per far risultare il blush più naturale sul viso provvedi ad applicarne una piccola quantità non solo sui pomelli e verso le tempie ma anche vicino all’attaccatura dei capelli, su entrambi i lati.

    8- Applicare il blush in base alla forma del viso

    Ogni viso presenta i suoi punti di forza e i suoi difetti. Aiutati con il blush a rendere il tutto più armonioso: se hai il viso ovale o tondo, ad esempio, evita di mettere in evidenza la forma rotonda delle guance, ma preferisci sfumare il blush verso l’alto; al contrario, concentrati solo sui pomelli con movimenti circolari se hai un viso quadrato e con mascella prominente, per addolcire i lineamenti.

    9- Scegliere il blush in base alla stagione

    Esistono dei colori che si addicono particolarmente a determinati periodi dell’anno: la gamma degli albicocca e dei pesca è più indicata per l’autunno, mentre le tonalità vibranti e più scure (come rosso ciliegia o lampone) sono più adatte all’inverno, specialmente se abbinate ad un rossetto simile. Per l’estate e la primavera via libera con tutte le sfumature del rosa, da quello baby al corallo.

    10- L’importanza di una pelle levigata

    Il punto di partenza imprescindibile che garantisce una buona resa del blush è senza dubbio sfoggiare un incarnato levigato e dalla grana regolare. Prepara la tua pelle al trucco eseguendo almeno uno scrub delicato a settimana e applicando, specialmente in caso di occasioni importanti, un primer viso: ce ne sono di ottimi, anche per quanto riguarda la cosmesi bio che punta alla realizzazione di prodotti con buon Inci.