Chirurgia estetica: gli interventi più fatti in previsione dell’estate

da , il

    Non bastano certo poche settimane per rimettersi in forma e, almeno per i motivi estetici, è inutile sperare nei miracoli. Ecco perché molte persone, tra cui una bella percentuale di uomini, decidono in previsione delle vacanze estive di sottoporsi a interventi di chirurgia estetica.

    E’ una scelta poco consigliata perché nei mesi caldi è più facile avere problemi circolatori, il sole diminuisce la durata di certi trattamenti, eppure sembra essere il rimedio più gettonato. Qui trovate l’elenco delle operazioni più richieste e i tempi di recupero.

    1)Mastoplastica additiva: ci vogliono almeno 15 giorni di convalescenza, in cui si evita l’esposizione al sole. L’intervento è rapido e si effettua il day ospital.

    2)Liposcultura: rimodellare i glutei è di certo uno degli obiettivi di maggior successo. L’operazione non è molto lunga, ma il recupero sì: per circa 20 giorni bisogna indossare una guaina elastocompressiva per far in modo che le vostre gambe riprendano la forma desiderata. Immaginate con il caldo che disastro!

    3)Lifting: non solo del viso, ma delle cosce, delle braccia, la riduzione delle mammelle per gli uomini. Anche qui ci vogliono almeno 15 giorni di recupero e il sole non è terapeutico.

    4)Trattamenti del viso: lifting, rinoplastica, ecc. Da cui si guarisce velocemente, in 10 giorni circa se non ci sono complicazioni. Il problema è che è poi vietata l’esposizione ai raggi e a fonti di calore.

    Insomma con la chirurgia non si scherza e se state pensando che essere bellissimi è necessario per andare in vacanza, almeno valutate i tempi giusti. Vi ci vuole un mese. Non fatelo adesso, ormai spettate settembre.