Cellulite, si combatte con la talassoterapia

da , il

    Non è la prima volta che vi dico che al mare la cellulite con la talassoterapia ha le ore contate. Non ci vuole molto, basta camminare nell’acqua è lasciarsi modellare dalla forza delle onde. Ovviamente potreste abbinare qualche bel esercizio, sarebbe perfetto. La cellulite si manifesta con gonfiori, ritenzione idrica, la pelle a buccia d’arancia che è veramente brutta da vedersi soprattutto su glutei e cosce. Viene però anche in altri punti come le braccia, l’addome e nei casi più rari anche sui polpacci. Spesso è causata da uno stile di vita sedentario o da una cattiva alimentazione, magari ricca di grassi o sale. Ecco quindi che possiamo già intervenire con due aiuti:una dieta più equilibrata e un po’ di sport.

    Se avete la fortuna di abitare al mare, la cosa migliore è andare in spiaggia, altrimenti va benissimo anche la piscina o una spa. Quello dell’acqua è un massaggio armonioso, che assorbe molte calorie, integrando e migliorando i risultati delle cure dimagranti ed il sale (questo solo se siete al mare), entrato in profondità nell’epidermide per effetto del calore, aiuta a bruciare i grassi superflui accumulati come la cellulite.

    Avete visto quante cose, in un gesto così naturale. Poi ci sono altre due cose: la prima sono i fanghi a base di alghe. Ora esistono dei prodotti appositi, se però non avete schifo e vi trovate in un punto in cui ce ne sono tante, potete davvero farvi dei begli impacchi, per sgonfiare e aiutare la circolazione.

    Poi le sabbiature. In riva al mare ricopritevi le gambe di sabbia, possibilmente in un orario caldo, evitando le 12-15, affinché il calore aiuti il dissolversi della cellulite. Come vedete la spa può essere davvero gratuita.

    Foto tratte da

    thalasso-line.com

    dietaland.com

    erboristeriarcobaleno.com

    benessere0321.com