Capelli: 10 modi di portare la treccia

da , il

    Quest’anno la moda delle trecce non solo è tornata di tendenza, ma è diventata un vero must, di cui molte non possono farne a meno. Spesso però portarla sempre allo stesso modo può diventare noioso e non si conoscono stili alternativi. Proprio a questo proposito propongo una carrellata di immagini di celebrity che riassumono un po’ quelli che sono i diversi stili e i differenti tipi di trecce che si possono realizzare in base all’occasione e al contesto. La prima, una delle più classiche e più fini, è la treccia alla francese, portata molto morbida oppure ben tirata e fissata sulla nuca; è uno degli stili che non stona mai, infatti, è perfetta su un abbigliamento sportivo e allo stesso tempo da un tocco di raffinatezza per un’occasione mondana o dove si richiede un certo rigore nel look.

    Discorso diverso per la cosiddetta treccia da “paesanella”, volutamente spettinata e molto causal, ma che sconsiglierei in contesti “sopraffini”, anche se, a mio avviso, le star ne hanno fatto un abuso. Esiste poi quella a spina di pesce, che con capelli molto lunghi, crea un effetto davvero originale e diverso dal solito, sia portata lateralmente che dietro la schiena.

    Molto più sbrigativa è il ciuffo con la treccia, ideale per chi ha i capelli ad unica lunghezza e vuole togliersi i capelli dal viso per scoprirlo. Si può inoltre scegliere di mixare più stili insieme, è il caso della treccia a spina di pesce alla francese, sia in modo semplice che come vera e propria acconciatura alta. Non mancano le trecce create al centro della testa a mo’ di cerchietto e quelle a coda di cavallo.