Base make up perfetta: gli step per realizzarla [FOTO]

da , il

    Come una casa poggia su solide fondamenta, così un il make up deve poggiare su una base perfetta. Vediamo insieme gli step per realizzarla. La pelle delle modelle e delle attrici appare sempre meravigliosa, ma il merito è un po’ della natura, un po’ dello stile di vita, un po’ (anzi molto) del trucco e della maestria dei truccatori. Anche se non avrete a disposizione i make up artist migliori del mondo, con qualche accorgimento e qualche consiglio mirato, potrete ottenere un risultato stupefacente. La base perfetta si compone di sei passi che corrispondono ad altrettante categorie di prodotti: crema idratante; primer trucco; fondotinta, bb cream o creme colorate; correttore; cipria e infine blush o terra.

    Step 1-4: dall’idratazione alla correzione

    Dopo aver deterso il viso con acqua leggermente fresca che aiuta a risvegliare i sensi, la circolazione e a ridurre i gonfiori, applicate la vostra crema idratante da giorno. Se avete la pelle giovane o mista/grassa, preferite dei fluidi o delle creme leggere dall’effetto opacizzante, mentre se avete la pelle matura o a tendenza secca, usate delle creme dalle formulazioni più ricche e nutrienti. Il secondo passo è l’applicazione del primer trucco, una base in grado di creare un film di protezione sulla pelle che permette al trucco di fissarsi e di restare fermo, senza spostarsi. A questo punto le regole del perfetto make up artist, prevedono l’applicazione del fondotinta (o della BB cream) e successivamente del correttore per le occhiaie. Se non siete esperte, applicate prima il correttore e poi il fondotinta, perché stendendo prima il fondotinta rischiate di accentuare gli aloni scuri delle occhiaie ottenendo così il risultato opposto, ovvero l’effetto panda. Il fondotinta deve essere dello stesso colore della nostra pelle o di un tono più chiaro che eventualmente si può scaldare con terra o fard. Se la pelle non presenta imperfezioni e discromie evidenti, potete usare le BB cream, capaci di uniformare il colorito con un effetto molto naturale. La presenza delle occhiaie accomuna la maggior parte delle donne a prescindere dal tipo di pelle. Dato che le occhiaie non si possono eliminare neanche con le otto ore di sonno canoniche, dovete trovare il correttore più adatto a nasconderle. Se le vostre occhiaie tendono al blu, scegliete un correttore scuro, sull’arancione; se invece tendono al viola, usate un correttore sul giallo.

    Step 5-6: opacizzare, fissare e colorare

    Tutto il lavoro fatto in precedenza inutile se non viene fissato. Il quinto step è infatti dedicato a opacizzare e fissare il make up con la cipria. Dopo anni di predominio delle ciprie compatte, negli ultimi tempi vanno molto di moda le ciprie trasparenti in polvere libera, da stendere con il pennello, che non alterano il colore del fondotinta. Inoltre le polveri si mescolano meglio alla grana della pelle e non restano troppo in superficie, lasciando svanire poco dopo l’effetto. Per questo motivo consigliamo sempre di utilizzare la cipria in polvere subito dopo aver steso la base e tenere quella compatta per eventuali ritocchi durante la giornata. State sempre attente a non esagerare con la quantità perché rischiate di creare un effetto pelle finta ed evidenziare rughette e segni d’espressione. L’ultimo passo è la colorazione con blush o terra. Se avete la pelle chiara, riservate la terra all’estate e in inverno applicate solo il fard in modo da accendere il colorito. Se avete la pelle scura, potete usare la terra anche durante l’inverno.

    Medicina estetica