Abbronzatura spray: informazioni e consigli

L’abbronzatura a spray è sempre più gettonata tra le donne che amano l’abbronzatura e che per mancanza di tempo o altre ragioni non riescono a conquistare la tanto agognata tintarella stando al sole. Scopriamo quali sono i costi, se fa male e quali sono gli effetti dell’abbronzatura spray.

da , il

    Abbronzatura spray: informazioni e consigli

    L’abbronzatura spray rappresenta una valida soluzione per tutte quelle che donne che vogliono esibire una bella abbronzatura ma che, per svariate ragioni, non possono esporsi al sole. L’abbronzatura spray non ha controindicazioni particolari e non è dannosa per la pelle. Affidandosi a centri specializzati – non basta farsi applicare uno spray abbronzante dall’estetista – è possibile ottenere un colorito dorato, uniforme e molto naturale, nulla a che vedere insomma con i terribili strafalcioni che si rischiava di commettere un tempo adoperando i comuni autoabbronzanti. Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

    Abbronzatura spray, come funziona

    Chi non vorrebbe avere un’abbronzatura perfetta?

    Non tutti, però, possono concedersi lunghi bagni di sole al mare e, per questo, sono sempre di più le donne che fanno ricorso a metodi alternativi per assicurarsi una bella tintarella, in estate ma non solo.

    Se ne sente tanto parlare, ma l’abbronzatura spray come si fa?

    Sdoganata in California e presto approdata anche in Europa, l’abbronzatura spray si ottiene spruzzando sulla pelle di viso e corpo con un dispositivo chiamato “airbrush” un liquido che innesca un particolare processo chimico di ossidazione degli zuccheri che si trovano sulla superficie dell’epidermide.

    Questi diventano scuri a contatto con il DHA – ossia il diidrossiacetone, un colorante estratto dalla canna da zucchero – conferendo così alla pelle un effetto simile all’abbronzatura vera e propria.

    E’ bene ricordare che l’abbronzatura spray DHA non deve essere considerato un metodo in grado di preparare la pelle al sole, come integratori o attivatori di abbronzatura, perchè non vi è produzione di melanina.

    Abbronzatura spray, quanto dura?

    Una seduta di abbronzatura spray si realizza in poco più di un minuto per colorare il viso e al massimo in 5 o 6 minuti per il corpo.

    Molte donne che si sottopongono a questo tipo di trattamento la prima volta hanno ancora dei dubbi al riguardo.

    Ad esempio, si chiedono: “Se provo l’abbronzatura spray dopo quanto posso lavarmi? “.

    E’ bene ricordare, infatti, che non ci si può lavare per diverse ore e sottolineare che, naturalmente, la durata dell’abbronzatura è limitata nel tempo.

    L’abbronzatura spray dura una settimana circa, proprio come quando si utilizzano gli autoabbronzanti.

    Il consiglio, per le prime applicazioni, è quello di attendere il momento in cui il colore inizia a sbiadire per ripetere il trattamento, perchè la durata può variare in base al tipo di pelle: potranno quindi essere programmati degli appuntamenti al proprio centro estetico di fiducia a distanza di circa 5 giorni l’uno dall’altro.

    I pro e i contro dell’abbronzatura spray

    Come quando si prende il sole, anche l’abbronzatura spray ha un prima e un dopo.

    I risultati sono evidenti sin da subito e questo è sicuramente un lato positivo, specialmente se si desidera abbronzarsi in fretta.

    L’abbronzatura spray non fa male, poichè agisce sugli strati superficiali della pelle, a differenza delle lampade che invece sfruttano l’azione di raggi UV.

    In conclusione, l’abbronzatura spray non ha effetti collaterali e non richiede un grande dispendio economico.

    Tra i pro, infatti, segnaliamo che l’abbronzatura spray ha costi contenuti: si parla di circa 15 euro per una seduta integrale.

    L’unico contro è che se non ci si rivolge a professionisti è possibile, purtroppo, ritrovarsi con un’abbronzatura a chiazze, non uniforme e dall’antiestetico effetto arancione.

    Sempre meglio, quindi, affidarsi a personale qualificato.

    Medicina estetica