Abbronzatura e acne: cause dei brufoli da sole e rimedi

Non è raro che il binomio acne e mare, apparentemente positivo, si riveli invece molto dannoso per la pelle. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere su acne e sole, quali sono i comportamenti da evitare e quali invece le buone abitudini di cui fare tesoro.

da , il

    Abbronzatura e acne: cause dei brufoli da sole e rimedi

    Il rapporto tra abbronzatura e acne è molto più controverso di quel che possa sembrare. L’abbronzatura solo in apparenza giova alla pelle grassa e impura, ma in realtà non sono affatto rari i casi in cui il sole peggiora l’acne se già presente o addirittura ne fa insorgere una particolarissima tipologia legata prettamente all’esposizione ai raggi UV e al periodo estivo, la cosiddetta acne di Maiorca. Ecco come ovviare a questa problematica e come comportarsi con l’acne in estate.

    I brufoli dopo l’esposizione al sole, le cause

    Molto spesso si crede, sbagliando, che il sole giovi all’acne e più in generale alle pelli impure con problemi di punti neri e comedoni.

    In realtà, è scientificamente provato che sole e brufoli sottopelle vadano a braccetto, complice un aggravamento dell’acne in caso di criticità già esistente o l’insorgenza di nuove forme di sfogo.

    Le cause dei brufoli dopo il sole e il mare sono molteplici: in primo luogo, l’eccessiva esposizione al sole e la sudorazione occludono i nostri pori, la pelle non riesce a respirare e dovere e ne deriva la comparsa di brufoletti anche piuttosto difficili da debellare.

    Un’altra causa è da ricollegare all’utilizzo di prodotti cosmetici dalle formulazioni comedogene, pesanti e opprimenti sulla pelle di viso e corpo.

    La protezione solare per l’acne

    La protezione solare per la pelle acneica è fondamentale, ancor più di quanto non lo sia per tutti gli altri tipi di pelle.

    Una buona crema solare per pelle grassa e impura deve essere oil free e non comedogena, quindi in grado di proteggere la pelle dai raggi UV senza occludere i pori e favorire l’insorgenza di brufoli e impurità.

    Questo è uno step di primaria importanza per evitare i brufoli sul viso dopo il sole.

    Sono tante le possibilità di scelta in termini di crema solare per pelle acneica, per tutti i gusti e per tutte le tasche.

    In caso di pelle molto sensibile e reattiva, suggeriamo di provare delle creme solari con buon Inci e con filtri fisici, specialmente se minerali.

    Solitamente, infatti, si tratta di cosmetici a base di ossido di zinco, un ottimo seboregolatore naturale.

    Qui tutte le migliori creme solari per pelle grassa e impura.

    Brufoli causati dal sole, i rimedi

    Così come per l’abbronzatura a chiazze, anche i rimedi per i brufoli da sole consistono principalmente in pratiche di prevenzione.

    Consigliamo di scegliere la crema solare giusta, bere molta acqua – circa 2 litri al giorno – e di evitare di esporsi nelle ore più calde.

    Può essere vantaggioso utilizzare del gel d’aloe vera come crema doposole, specialmente sul viso, dopo ogni esposizione. L’aloe vera, infatti, è anche un ottimo antinfiammatorio naturale e può essere utile ad attenuare gli sfoghi di brufoli causati dal sole.

    Consigliata anche l’applicazione di una pomata a base di ossido di zinco, miscelata con qualche goccia di tea tree oil, e l’assunzione di integratori per prepararsi al sole.

    Sono da evitare, invece, tutte le preparazioni topiche contro l’acne che contengono ingredienti fotosensibilizzanti.

    Sono poche le dritte da tenere presenti per arginare il rischio dello sfogo di brufoli dopo il sole, ma molto preziose per salvaguardare la bellezza della nostra pelle.

    Dolcetto o scherzetto?