10 miti da sfatare sui capelli [FOTO]

da , il

    10 miti da sfatare sui capelli: è giunto il momento di togliere ogni dubbio rispetto a quelle credenze che ci sentiamo ripetere fin da piccole e di cui non abbiamo mai avuto nessuna dimostrazione scientifica ma abbiamo dato per certe in base all’esperienza o all’età di chi ce le ha raccontate. Non lavarti i capelli tutti i giorni, attenzione alle tinture se sei incinta, non stressarti che ti vengono i capelli bianchi, non strapparti i capelli grigi che te ne ricrescono due…insomma di dicerie se ne sentono moltissime, ma quali sono quelle vere e quali quelle assolutamente false? Cerchiamo di fare un po’ di ordine elencando i 10 miti più famosi da sfatare sui capelli!

    Le credenze non sempre sono vere

    Lo stress fa venire i capelli bianchi

    Come dicevamo ci sono convinzioni riguardo la salute dei capelli che arrivano dai tempi antichi e sono state tramandate come credenze popolari e scambiate da nonne a nipoti con entusiasmo e tenacia: peccato che l’aumento delle analisi scientifiche ha dimostrato che molti di questi miti sono in realtà falsi e rimangono, appunto, dei detti popolari, elementi folkloristici su cui fare un bel sorriso ma di cui non tenere conto quando si tratta di prendersi cura della propria chioma.

    Partiamo da uno dei miti più diffusi: lavare i capelli tutti i giorni per averli belli e luminosi, niente di più sbagliato! La nostra testa non è fatta per essere lavata ogni giorno, l’acqua, infatti, contiene anche calcare dannoso per la chioma e insistere con shampoo, balsamo, oltre che con lo styling, non giova alla cute e ai follicoli.

    Lo stress causa l’insorgere di capelli grigi o bianchi: questo è uno dei miti possibilmente vero, cosa significa? Significa che non è un’equazione matematica stress=capelli bianchi, come vorrebbero farci credere le nostre nonne, la depigmentazione della chioma, infatti, dipende da molti altri fattori genetici e ambientali, certo è vero che nel corso di alcuni studi clinici è risultato che ragazze giovani con una vita particolarmente stancante o stressante sono più predisposte rispetto ad altre ad incanutire prima.

    Strappare un capello bianco equivale a farne crescere due: questo è assolutamente un detto popolare, non c’è nessuna corrispondenza scientifica in questa frase. Strapparsi i primi capelli grigi o bianchi quando li si nota è un gesto che viene quasi automatico, ma il peggio che ci può capitare è che lo stesso capello ricresca lì dove l’abbiamo strappato.

    Raccogliere i capelli in trecce o code serve anche a proteggerli: questo non è del tutto vero, per carità, optare per una acconciatura per chi ha i capelli lunghi, ogni tanto è più che lecito, ma farlo ripetutamente o mantenere lo styling anche di notte, alla lunga, può essere dannoso. Il fatto di tirare e fissare i capelli, infatti, li sottopone ad uno stress innaturale!

    Uscire con i capelli bagnati equivale ad ammalarsi sicuramente: la risposta più ovvia sarebbe che dipende dalla temperatura esterna! Uscire di casa o dalla palestra con i capelli bagnati in inverno con -10 gradi aumenta le probabilità di prendersi un raffreddore, anche se non è detto, ma farlo in estate con 30 gradi rende di certo improbabile una improvvisa malattia.

    Sciacquare i capelli con l’acqua fredda fa chiudere le cuticole e li rende più luminosi: questa credenza non ha nessun fondamento in biochimica, anche se spesso ci hanno consigliato di lavare i capelli con acqua fredda per fare in modo che siano più brillanti purtroppo dobbiamo arrenderci all’evidenza che non è così. Piuttosto dobbiamo fare attenzione alla temperatura dell’acqua, anche troppo calda non va bene, dovrebbe essere una temperatura di poco superiore a quella ambiente.

    100 colpi di spazzola al giorno per avere capelli perfetti: in Italia questo detto popolare ha dato origine perfino ad un libro scandalo di successo, peccato che, ancora una volta, si tratti di una credenza popolare senza nessun riscontro scientifico, anzi, un uso così ripetuto e continuo della spazzola potrebbe danneggiare le fibre capillari.

    Non fare la tinta in gravidanza: questa credenza si è diffusa anni fa quando i prodotti per colorare i capelli erano sicuramente più chimici di quanto non siano oggi, in ogni caso, quel che consigliano gli esperti, è di indossare sempre i guanti mentre la si applica e di stare in un luogo ben ventilato, ma dalla cute non c’è rischio che passino nell’organismo sostanze dannose per future mamme e bimbi.

    Uno shampoo che fa schiuma lava bene i capelli: spesso non è assolutamente vero! La schiuma ci da l’errata convinzione di lavare meglio la nostra chioma, in realtà, nella maggior parte dei casi, è causata dagli agenti chimici contenuti nel prodotto, infatti, i saponi naturali per i capelli o i prodotti da farmacia/erboristeria, non producono schiuma sulla cute, se non un leggerissimo strato.

    Tagliare i capelli in modo drastico almeno una volta ogni tanto li fortifica: falso! Sicuramente elimina il problema, nel senso che se la nostra lunga chioma risulta danneggiata nelle lunghezze, tagliarle risolverà il problema nettamente, ma se i nostri capelli hanno la tendenza a danneggiarsi o seccarsi, lo faranno anche ricrescendo. Non è una question di taglio, ma di utilizzo dei giusti prodotti per la cura dei capelli soprattutto in estate, quando sono sottoposti ad uno stress maggiore.